Hotel Business Magazine 

 
HOME > News

Federturismo: un progetto per “Data Protection”

L’associazione attiva un programma per sostenere chi è in ritardo all’adeguamento alla normativa Ue

“Il regolamento europeo per la protezione e libera circolazione dei dati personali è in vigore già dall’anno scorso, ma le sanzioni inizieranno dal  2018,  ed è ora di adeguarsi”. Così Antonio Barreca, direttore generale di Federturismo, pone l’accento sui rischi che le imprese  corrono se nel futuro  non adempiono all’obbligo di avvalersi della figura del “responsabile della protezione dati”. L’allerta emerge durante la conferenza di Roma "Data Protection: le aziende italiane sono pronte?" in cui si fa luce anche sull’obbligo di tenere un registro delle attività di trattamento dei dati ed effettuare una valutazione di impatto dei loro rischi.

Le imprese devono adottare una policy in tema di gestione dati, le regole non sono dettate dall’Europa, ma si stabiliscono degli standard all’interno di cui muoversi”, ha detto il direttore e ancora: “Il tema riguarda il modo in cui le imprese gestiscono i dati di cui sono in possesso, il mondo del turismo in particolare ha dati molto sensibili sui gusti e le preferenze del cliente, anche sanitari (se pensiamo al settore termale), o relativi alla sicurezza nel caso del trasporto aereo; tutti questi dati non possono essere più gestiti autonomamente dalle aziende e molte imprese piccole non si sono adeguate a questo standard, noi cerchiamo, con questo progetto, di aiutare le piccole e medie imprese ad adeguarsi al cambiamento per farle arrivare a maggio del prossimo anno in regola”. l.s.

TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli