Hotel Business Magazine 

 
HOME > News

Viva Wyndham Resorts: "Il mercato italiano apprezza il format all inclusive"

Buoni i segnali per l'estate, "ottimo riempimento in Repubblica Dominicana, Messico e Bahamas. Grazie alla collaborazione con Villaggi Bravo, Grand Bahamas Island sarà una delle mete più richieste", commenta Giuliana Carniel

Un'estate dai segnali "molto positivi". E' soddisfatta Giuliana Carniel, direttore sales & marketing Europa, Viva Wyndham Resorts, per la stagione in corso, i dati seguono "un trend altrettanto crescente del primo semestre 2017 che, in ambito internazionale, ha fatto registrate un +2% rispetto al 2016 e un +3% in termini di passeggeri - commenta la manager a Guida Viaggi -, in particolare nel Viva Wyndham Fortuna Beach (Grand Bahama Island) e nei due V Collection over 18 in Repubblica Dominicana".

Il gruppo mette a segno "un ottimo riempimento sia in Repubblica Dominicana sia in Messico e Bahamas. Grazie alla collaborazione con Villaggi Bravo per l’estate, siamo certi che Grand Bahamas Island sarà una delle mete più richieste". 

Ad oggi il portfolio di strutture vede 5 nella Repubblica Dominicana (Viva Wyndham Dominicus Beach e Dominicus Palace a Bayahibe), Viva Wyndham Tangerine a Cabarete e 2 strutture della linea V Collection solo per adulti (Viva Wyndham V Samanà a Las Terrenas e Viva Wyndham V Heavens a Puerto Plata). In Messico siamo presenti con 2 strutture a Playacar, nel cuore della Riviera Maya (Viva Wyndham Maya e Viva Wyndham Azteca) ed abbiamo il Viva Wyndham Fortuna Beach a Grand Bahama Island. Il tutto per un totale di 2.922 posti letto".

Cosa cerca il cliente di oggi? "Il mercato italiano apprezza sempre il format all inclusive. Nei mesi invernali gli ospiti sono in gran parte coppie e giovani che cercano relax e divertimento - sottolinea Carniel -, in estate sono tante le famiglie, che desiderano animazione curata e attività che possano intrattenere i loro bambini. La clientela italiana mostra, inoltre, un grande interesse verso lo sport, la tendenza è di essere attivi durante la vacanza".

Sul fronte delle prenotazioni in advanced booking, i dati attestano che per il gruppo in generale rappresentano "un 20% su totale per tutti i mercati. Per quanto riguarda l’Italia circa un 5% sul fatturato. Il mercato italiano ha ancora una forte incidenza sulle prenotazioni con booking window a meno di 60 giorni". s.v.

TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli