Hotel Business Magazine 

 
HOME > News

Alto Adige: non solo sport ma esperienza della montagna

08/11/2018 15:47
“Vogliamo confermare i buoni risultati dello scorso anno, e stiamo promuovendo la stagione bassa, prima di Natale e da marzo in poi” ci dice il destination manager Artur Costabiei

“Puntiamo sulla esperienza della montagna, che inizia sulle piste per gli appassionati sportivi ma continua anche con proposte culturali e gastronomiche”. Così Artur Costabiei, destination manager di Idm Alto Adige racconta a Guida Viaggi le novità del prossimo inverno altoatesino: 28 comprensori sciistici e più di 1200 km di piste. Nel 2019 le Dolomiti festeggiano i 10 anni di inserimento nella lista Patrimonio Unesco. Dal 14 dicembre la regione torna ad ospitare la Coppa del Mondo di sci in Val Gardena, Alta Badia, Tre Cime e Plan de Corones.

Vogliamo confermare i buoni risultati dello scorso anno, e stiamo promuovendo la stagione bassa, prima di Natale e da marzo in poi” aggiunge il manager. Nello scorso inverno in Alto Adige ci sono stati 11.786.143 pernottamenti, che equivale a un aumento del 0,9% rispetto all’anno precedente. “Con gli attuali cambiamenti climatici, garantiamo la sciabilità ma non è detto che l’intero paesaggio sia innevato, invitiamo dunque a godere della natura così come è e a fare tante esperienze diverse sul nostro territorio” aggiunge Costabiei. Tra le novità della stagione, l’apertura il 20 dicembre del nuovo Museo della Fotografia Lumen, a Plan de Corones realizzato dal noto designer altoatesino Martino Gamper. All’interno il bistrot Alpinn sarà gestito dal famoso chef Norbert Niederkofler: cucina di montagna di alto livello a prezzi accessibili.

Meno giorni di vacanza ma ripetuti

“Le vacanze in quota anche per le feste sono più corte di un tempo, il mercato italiano però negli ultimi 5 anni è aumentato del 10% in inverno per quanto riguarda i pernottamenti. Molti tornano più volte all’anno, per loro dobbiamo pensare a proposte combinate, per esempio con l’ampliamento degli ski pass” conclude Costabiei. Un esempio è l’abbinamento in treno tra i circuiti di Plan de Corones e le Tre Cime: sci ai piedi muovendosi in treno per una giornata senza macchina. 


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli