Hotel Business Magazine 

 
HOME > News

Destination Italia si promuove nei Paesi dell’America Latina

20/02/2019 11:02
Un mercato sempre più importante per il turismo verso l’Italia. La Dmc ha scelto di essere presente in modo diretto sul territorio con un proprio resident business development manager

Hanno preso il via subito dopo la fiera Fitur di Madrid di poche settimane fa le attività di promozione e sviluppo di Destination Italia nei Paesi dell’America Latina, un mercato sempre più importante per il turismo verso l’Italia.

La prima novità è la scelta di Destination Italia di essere presente in modo diretto sul territorio con un proprio resident business development manager. L’incarico è stato affidato a Erik Hillblad, figura molto nota nel settore che vanta una pluriennale esperienza nel turismo e, in particolare, nelle rappresentanze di operatori esteri in tutto il Sud America attraverso GloCon-Global Consultants, di cui è presidente, e Grupo Meca-Mexico, di cui mantiene la direzione commerciale per il Sud America. La sua forte expertise tecnologica gli consentirà di facilitare le integrazioni xml/api con i clienti Destination Italia dell’area.

Altra attività strategica per Destination Italia è la partecipazione alle principali fiere internazionali e, per la prima volta, a Vitrina Turística Anato di Bogotà (dal 27 febbraio al 1 marzo) nell’Area Italia organizzata dalla Camera di Commercio Italiana in Colombia, un Paese in ascesa per spesa e consumi che offre nuove opportunità di business. A incontrare gli operatori di lingua spagnola proveniente da tutto il Sud America sarà Federica Sorrentino, market manager per il mercato LatAm, che prima della fiera colombiana ha in programma una fitta agenda di incontri in Messico per illustrare le novità di prodotto, le nuove destinazioni e per formare gli operatori sulle potenzialità della propria piattaforma, basata su tecnologia Juniper, che è già stata integrata con Nemo (software di booking leader in America Latina) e con Cangooroo (particolarmente diffuso tra gli operatori brasiliani) oltreché con i sistemi software di molti importanti t.o. sudamericani.

Coerentemente con il ruolo di Dmc full service di Destination Italia-Gartour, la nuova piattaforma offre non solo hotel, ma anche transfer, servizi, tour itineranti, escursioni. Proprio in questi giorni gli operatori brasiliani hanno modo di familiarizzare con questa tecnologia nel corso del roadshow svolto di Angela Cataldi, chief commercial officer di Destination Italia, durante il quale vengono presentati il nuovo catalogo in lingua portoghese e le soluzioni incoming per la clientela più esigente firmate Sono Travel Club, il nuovo brand che racchiude l’offerta di accomodation e servizi di lusso, segmento particolarmente significativo per l’incoming dal Brasile.

Non mancano le novità di prodotto all’interno dei cataloghi, dove spicca la gamma di ricettività a supporto dell’offerta Destination Italia che abbraccia l’intero Belpaese.

Dopo il successo dei wine tour, la serie Tesoros del Sur si amplia, infatti, a comprendere “minitour” proposti a prezzi competitivi – in Puglia, Calabria e Matera, Capitale Europea della Cultura 2019 - da comporre come un puzzle personalizzabile secondo le esigenze del cliente, magari alla ricerca delle proprie lontane origini italiane.

Ai solteros, i turisti che viaggiano da soli, Destination Italia dedica partenze mirate con pacchetti per chi vuole pernottare in doppia con un/a compagno/a del suo gruppo e programmi all’insegna del buon vivere.

Partecipato da Lastminute.com, Banca Intesa e Marco Ficarra, che ne è ceo fin dalla nascita nel 2016, Destination Italia è un progetto incoming di nuova concezione. 


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli