Hotel Business Magazine 

 
HOME > News

Gardaland apre le porte al Magic hotel

03/06/2019 09:28
Si tratta del secondo albergo interamente tematizzato di Gardaland resort, quattro stelle per 128 camere. Un’operazione costata 20 milioni di euro

Tre edifici per una superficie totale di 7.200 metri quadri e un tetto costituito da 34mila tegole di colore viola, appositamente realizzate, caratterizzano la struttura quattro stelle del nuovo Gardaland Magic hotel, 128 camere interamente a tema, che permettono al gruppo Gardaland resort di raggiungere un’offerta di 475 camere di cui 257 completamente tematizzate e dedicate a sette mondi ispirati alla magia e all’avventura. Un’operazione, quella di Magic hotel, costata 20 milioni di euro e che ha visto l’impiego di 6mila persone per la sua realizzazione e una spesa di circa 2 milioni di euro in comunicazione.

Un grande cappello viola svetta davanti l’ingresso del Magic hotel, che si apre a una reception circondata da alberi, orologici, chiavi giganti e una pigna di libri. Mentre un grande specchio posizionato nel centro della hall racconta agli ospiti i segreti e le esperienze da vivere all’interno della struttura. Le 128 camere sono suddivise in tre differenti ambientazioni: foresta incantata, cristallo magico e grande mago e tutte dispongono di due zone separate, una con letto matrimoniale e l’altra con due letti singoli.

L’accomodation come asset turistico per destinazioni come la nostra, che mixa divertimento e soluzioni di soggiorno in hotel uniche, a poca distanza dal lago di Garda. Una destinazione turistica dove soggiornare più giorni. E con l’apertura del Magic hotel, Gardaland cavalca il trend della magia, ultimamente di grande appeal nel mercato dei viaggi e del turismo - ha affermato Aldo Maria Vigevani, Ceo di Gardaland -, che porta i visitatori a privilegiare le mete capaci di sorprendere e catapultare in altri mondi”. Forte dei risultati ottenuti nell’ultimo anno, con una occupazione camere pari al 85%, Gardaland resort si pone per il 2019 l’obiettivo di un’occupazione annua di 75.900 camere riservate in tutte e tre le strutture e “di diventare sempre più una primaria destinazione turistica del divertimento per famiglie non solo in Italia ma a livello europeo”.

Un obiettivo che passa anche attraverso gli accordi stretti con diversi tour operator internazionali. “Infatti, se è significativa la crescita di prenotazioni da parte del mercato italiano – i nostri principali visitatori sono famiglie di quattro persone provenienti da Roma, Milano, Torino, Bari e Venezia con un soggiorno medio di due notti – sta crescendo la presenza di turisti stranieri, tanto che il mercato estero rappresenta attualmente, sul totale delle prenotazioni nei tre hotel, il 48%”.

Germania, Austria e Svizzera restano i mercati di riferimento di Gardaland Resort con oltre 10mila pernottamenti nelle strutture del resort nel 2018, seguiti da Olanda e Belgio. Per il mercato inglese – in forte crescita sul lago di Garda - è stata sottoscritta una collaborazione con Jet2holidays, operatore specializzato in viaggi per famiglie che, dalla primavera 2019, ha aumentato il flusso dei visitatori nell’area con otto voli settimanali provenienti dalle principali città inglesi. Altro mercato emergente è Israele, coadiuvato dagli ormai consolidati collegamenti dall’aeroporto di Tel Aviv a Verona, con voli di linea e charter.


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli