Hotel Business Magazine 

 
HOME > News

Legge delega sul Turismo: la soddisfazione delle associazioni

12/07/2019 12:08
Aica e Federturismo concordi nel giudicare positivamente l'approvazione del pacchetto di norme alla Camera: previsto anche un codice identificativo nazionale per hotel e adv

La Camera dei deputati ha approvato la legge delega sul Turismo. Con questo step si è conclusa la prima fase dell’iter parlamentare del pacchetto di normative, che ora passa all’esame del Senato.

Positivi i commenti degli operatori, a partire da Aica -  Confindustria alberghi: “Con l’approvazione ieri alla Camera avanza rapidamente il percorso della legge – si legge in una nota dell'associazione -. E’ un segno importante che va incontro alla richiesta che avevamo avanzato in audizione sottolineando l’esigenza di un’azione veloce capace di rispondere – finalmente – ai cambiamenti intervenuti sul mercato turistico nazionale e internazionale.Molti gli interventi attesi contenuti nel provvedimento, dall’attenzione ai temi dell’accessibilità e più in generale della sostenibilità, al codice identificativo ed al riordino delle diverse tipologie di ricettivo. Misure, queste, che contrastano l’abusivismo, ma renderanno anche l’offerta italiana più chiara, trasparente e competitiva.

Per parte sua Federturismo ha rimarcato, attraverso la vice presidente Marina Lalli, la soddisfazione per il fatto che “tra i settori turistici emergenti sia stato incluso anche il turismo sanitario e termale, un sistema dalle enormi potenzialità che, combinando l’offerta sanitaria e di benessere termale con gli attrattori culturali, paesaggistici ed enogastronomici presenti nei territori termali contribuisce a far crescere i flussi turistici nei mesi di bassa stagione, favorendo la destagionalizzazione”.

E se una delle parole chiave dell'intera legge delega è il "mettere ordine", Lalli osserva che “accogliamo con favore, tra le varie disposizioni, l’introduzione del Codice Identificativo Nazionale per le strutture ricettive e per le agenzie di viaggio, uno strumento indispensabile per favorire la trasparenza e combattere ogni forma di abusivismo. Si tratta di un importante segnale di interesse da parte delle istituzioni verso il settore che si accompagna ad un programma di interventi su questioni ritenute ormai improrogabili che sollecitiamo da tempo”.
 


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli