Hotel Business Magazine 

 
HOME > News

Affitti brevi in 10 identikit

15/07/2019 14:39
I viaggiatori tipo in una ricerca di The Best Rent condotta con 28 travel blogger italiani. Le locazioni di pochi giorni sempre più gettonate per le ferie degli italiani

Gli affitti brevi sono sempre più in voga per vacanze, week end e short stay nelle città europee. Ma quali sono i viaggiatori-tipo che affittano case vacanze, e che potremmo incontrare se affittassimo la nostra casa? The Best Rent, società italiana che opera in ambito immobiliare offrendo in locazione, attraverso soluzioni di breve e medio-lungo periodo, appartamenti di medio-alto profilo, ha tracciato - in collaborazione con 28 travel blogger italiani -, dieci identikit di ospiti che si possono incontrare affittando casa per le vacanze, ognuno con le sue domande-tipo.

Mission impossible

Si sa, quando si va in vacanza non si vuole pensare a nulla. È il caso di questo tipo di ospite: gentilissimo, entusiasta del suo viaggio e delle meritate ferie. Così entusiasta da volere l’impossibile: per esempio, un appartamento centralissimo a pochi euro a notte andrà benissimo.

• Mi casa es tu casa

“Posso portare ciò che voglio in casa? Se per esempio volessi fare il ragù una sera, come viene nella mia pentola non viene in nessun’altra. Poi... non passo una notte tranquillo se non ho il mio cuscino...”. Lasciare casa è sempre difficile: specialmente per questo viaggiatore, che deve essere coccolato.

• Kim Kardashian de noantri

“Quanto è grande l’armadio nella casa? Quanti cassetti? Qual è il tasso di umidità presente? Ho dei capi molto delicati”. Per questo nostro ospite sarà uno spasso scegliere cosa indossare ogni mattina. La soluzione per chi affitta? Armarsi di santa pazienza, fornendo tutte le informazioni possibili su armadi, scarpiere e chi più ne ha più ne metta.

• L’eremita

“Di fianco alla casa passa il bus? La metro? Il tram? A che piano si trova? C’è rumore la sera? Sono una persona tranquilla che cerca la quiete durante le sue vacanze”. Che sia Milano oppure Londra, le ore di relax sul divano devono essere vissute in religioso silenzio. Al nostro inquilino piace esplorare le grandi città, ma il rumore proprio no.

• Lo stellato

“Fornite il ricambio giornaliero della biancheria? Ho due bambini piccoli, è possibile avere la vostra babysitter? La vasca è idromassaggio?”. Questo ospite vorrebbe servizi da hotel al prezzo di una casa vacanze. Il trucco secondo The Best Rent? Segnalare ogni punto di interesse nelle vicinanze dell’appartamento, e pensare a convenzioni per integrare i servizi non inclusi.

• Lo sportivo da divano

“A che piano è la casa? C’è l’ascensore? Quanti gradini saranno più o meno per raggiungere il pianerottolo? A quanti metri si trova il primo supermercato? E a quanti invece la prima fermata della metro o del bus?”. Per poter andare incontro alle esigenze salutiste di questo viaggiatore bisogna segnalare servizi come per esempio il car sharing e servizi di cibo a domicilio. Oltre a Sky o Netflix: l’ospite divano-friendly ne sarà entusiasta.

• L’ospite misterioso

“Devo fornire i documenti di tutti le persone che soggiorneranno nella casa? Qualcuno può venire da me mentre sono nella casa e stare fino a notte fonda?” Questo ospite non la racconta proprio tutta: riservatezza è la parola d’ordine.

• Meglio soli che mal accompagnati

Amica/o, mamma, papà, confidente, psicologo, fidanzata/o… le mille sfumature dell’host al telefono. È l’inquilino che parte dal problema alla caldaia per raccontare la sua vita. La regola è: mille chiamate per qualsiasi inconveniente.

• Bello e mammà

La mamma è sempre la mamma. E solo lei può trovare la casa vacanze dei tuoi sogni. “Mio/a figlio/a da quando è piccino è allergico agli acari quindi serve una casa lucidissima. Mio/a figlio/a ama il color arancione, quindi vorrei una casa arredata su quei toni. Mio/a figlio/a non ha molto tempo, quindi avrei bisogno di...”

• Nessuno è perfetto

L’imperfezione è necessaria per essere unici: ecco l’ultimo “ospite tipo” secondo The Best Rent. Tra le tante persone a cui si possono aprire le porte di casa quando si affitta, si potrà trovare l’ospite imperfetto eppure unico. Ogni viaggiatore può insegnare qualcosa: è proprio una delle note positive di affittare la propria casa.

 


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli