Hotel Business Magazine 

 
HOME > News

Visit Nepal 2020, avventura e cultura con budget limitato

19/02/2020 15:30
La campagna fungerà da catalizzatore per il conseguimento degli obiettivi prefissati dal Governo per accelerare lo sviluppo dell’industria turistica locale - di Paola Olivari


Nel 2019, i turisti internazionali che si sono recati in Nepal sono stati 1.200.000, pari a un incremento del 3% rispetto al 2018, e anche il mercato italiano continua a crescere. I connazionali che vi si sono recati da gennaio a dicembre 2019 sono stati 16mila, più 3% rispetto al 2018.

Con l’obiettivo di raggiungere i 2 milioni di visitatori e di incrementarne la spesa giornaliera, arrivando a 75 dollari (contro gli attuali 44), il Governo nepalese ha dichiarato l’anno 2020 come Visit Nepal.

La campagna Visit Nepal 2020 - lifetime experiences mira a offrire esperienze di vita uniche attraverso l’innovazione e la personalizzazione, che includano attività, eventi e destinazioni su misura per i visitatori stessi.

Una strategia di sviluppo dell’industria turistica nepalese e, in senso più ampio, di sviluppo economico del Paese, che mira al potenziamento di infrastrutture e all’offerta di nuovi prodotti ma, soprattutto, a standard più elevati nella promozione della destinazione quale meta di viaggio sostenibile, che sa valorizzare e custodire il suo ambiente e il suo patrimonio.

“Fin dall’apertura dei propri confini, negli anni ’50, il Nepal ha stuzzicato l’immaginazione dei viaggiatori più acuti e curiosi, quelli desiderosi di avventura e, oggi, la campagna Visit Nepal 2020 è un’opportunità per portare l’industria turistica negli angoli più remoti del Paese con programmi di sviluppo mirati - spiega Paolo Nugari, console generale onorario del Nepal a Roma - andando a creare i presupposti per offrire al mondo la condivisione di un’esperienza unica e memorabile”.

“Dagli angoli più remoti al paesaggio urbano, il Nepal incarna un’esperienza multi-sensoriale di colori, suoni, panorami e sapori - ha detto Mani Prasad Bhattarai, ambasciatore non residente della Repubblica federale democratica del Nepal - offrendo natura, cultura e avventura. Troviamo una grande diversità geografica dalle pianure al Sud, alle montagne a Nord, che si riflette nella varietà dei paesaggi e delle popolazioni. Incontrerete persone di lingue, costumi, tradizioni alimentari e stili di vita diversi e per meglio apprezzare la nostra multiculturalità l'opzione migliore è soggiornare presso una famiglia. La visita dei nostri monumenti vi darà modo di apprezzare storia e spiritualità, trovando per esempio pace e serenità a Lumbini, il luogo natale del Buddha. Grazie alle cime dell'Himalaya, il Nepal è il posto migliore per l'avventura e potrete dedicarmi ad attività di trekking, alpinismo, parapendio, rafting e bungee jumping. Se siete abbastanza in forma potrete tentare la scalata dell’Everest o godere della sua bellezza osservandolo da vicino con un volo panoramico”.

“Il Nepal non è un Paese costoso”, ha aggiunto. “È possibile apprezzarlo anche con un budget limitato. Italia e Nepal hanno eccellenti relazioni bilaterali anche nel campo della cooperazione. Il viaggio in Nepal migliorerà l'amicizia tra i popoli e arricchirà la comprensione del Paese, contribuendo alla sua crescita economica. Infine promuoverà il turismo sostenibile attraverso collaborazioni ed esperienze reciproche”.

Per quest'anno l'industria turistica nepalese ha infatti annunciato iniziative allettanti e prezzi ridotti sia per il soggiorno in hotel o in famiglia sia per il vitto i voli interni mentre feste tradizionali avranno luogo tutto l'anno. Il Nepal è un “Paese sicuro con un popolo cordiale e ospitale che guarda al fututo. Oltre alle 15 strutture 5 stelle già presenti sul territorio, altrettante sono in costruzione. Il Governo ha identificato una serie di punti chiave su cui intervenire a partire dall’esigenza primaria di costruire strade, aeroporti e funivie, dalla creazione di nuovi sentieri i trekking, al consolidamento della sicurezza e all’espansione della connettività, oltre alla conservazione e al miglioramento delle strutture esistenti, andando a creare nuove opportunità lavorative, facendo leva su tecnologia, sinergie internazionali e zero emissioni di carbone”, ha concluso il console Nugari.

Tre le compagnie aeree - Air India, Qatar Airways e Turkish Airlines - che servono il Paese.

Paola Olivari


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli