Hotel Business Magazine 

 
HOME > News

Sicilia, 37 milioni di euro per acquistare prodotto turistico dagli operatori

23/10/2020 14:14
Al via l'avviso pubblico: la regione "compra" pernottamenti dalle strutture ricettive dell'isola, che poi offrirà ai turisti a fronte dell'utilizzo del Bonus vacanze

La regione Sicilia acquista prodotto turistico dagli operatori attivi sul territorio isolano, per poi proporli ai turisti tramite i Buoni vacanza. E’ infatti attivo il primo avviso dell’assessorato al Turismo che prevede di acquisire servizi turistici che saranno, successivamente, resi disponibili tramite i “voucher”.

L’importo complessivo dei servizi di pernottamento che verranno acquistati dalla regione - che è stazione appaltante - è pari a 37,3 milioni di euro. Il valore dei servizi di pernottamento acquistati da ciascuna struttura ricettiva non potrà superare l’importo di duecentomila euro. Sono ammessi a presentare manifestazione di interesse hotel, villaggi turistici, villaggi albergo, alberghi diffusi, affittacamere, b&b, agriturismi, turismo rurale, case e appartamenti per vacanze, case per ferie, residenze turistico alberghiere, campeggi, motel, ostelli, rifugi che offrono servizi di pernottamento sul territorio siciliano. I servizi di pernottamento dovranno essere svolti secondo le modalità previste ed erogati entro il 30 settembre 2022.

“L’obiettivo del governo Musumeci, così come abbiamo annunciato da tempo – sottolinea l’assessore Manlio Messina – è quello di promuovere a livello internazionale la Sicilia, intervenendo con un sostegno concreto al settore. Iniziamo con il primo bando rivolto a tutto il mondo dell’accoglienza che, come il resto dell’intera filiera, ha sofferto particolarmente e soffre il periodo della pandemia. In questo caso, i servizi saranno messi a disposizione dei turisti, attraverso gli operatori, che dovranno garantire almeno la presenza di 3 giorni in Sicilia”.

L’avviso individuerà le strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere presenti sul territorio siciliano che saranno successivamente invitate a prestare i servizi turistici di pernottamento secondo precise modalità. Da ogni struttura ricettiva che darà il proprio assenso, il dipartimento regionale del turismo procederà ad acquistare un numero di posti letto pari a tre volte la capienza massima di ciascuna struttura come risultante dalla piattaforma Turist@t.


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli