Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Numeri

A Firenze e Roma occupazione camere superiore all’80%

I dati si riferiscono al mese di ottobre e sono stati rilevati dall'Osservatorio Italian Hotel Monitor
Firenze e Roma guidano la classifica mensile di ottobre dell'Osservatorio Italian Hotel Monitor elaborato da Trademark Italia con un’occupazione camere superiore all’80%. A seguire Milano, Venezia, Torino, Pisa, Siena, Parma, Napoli e Genova, tutte con oltre il 70% di occupazione. Recessione e crisi produttiva non sembrano incidere sull’andamento del movimento alberghiero nelle principali città italiane, soprattutto in quelle collegate alle visite d’arte, cultura e religione.
Indici di occupazione camere positivi ad ottobre per 27 capoluoghi su 45, con spunti interessanti per destinazioni d’arte come Ferrara, Verona, Treviso, Pisa e Siena. In 12 città l’occupazione camere cresce di oltre 3 punti percentuali.
Continua il trend positivo degli alberghi a 5 stelle di catena e degli alberghi indipendenti a 4 stelle. Ulteriore contrazione si registra nel prezzo medio camera negli hotel a 3 stelle (-1,9%), che utilizzano prevalentemente questa leva per mantenere un livello adeguato di occupazione camere.
Il favorevole andamento meteo di ottobre ha inciso sulle performance di numerose città, in particolare quelle caratterizzate da quote rilevanti di traffico leisure. Italian Hotel Monitor, osservatorio della performance alberghiera nei 45 maggiori capoluoghi di provincia italiani in termini di movimento alberghiero, elaborato grazie alle risposte di oltre 550 albergatori, gestori e dirigenti, nel mese di ottobre 2014 ha rilevato negli alberghi di livello Upscale (4 stelle) un tasso di occupazione camere medio nazionale del 74,6% (+0,9 punti sul 2013), con un prezzo medio camera di 118,21 euro (+0,8%).
Per quanto riguarda la classe Midscale (3 stelle), l’occupazione camere (64,8%) è in aumento di 1,2 punti sul 2013, mentre il prezzo medio registra l’ennesima contrazione (-1,9%) scivolando a 66,10 euro, generalmente inferiore di circa il 45% rispetto a quello dei 4 stelle.

TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli