Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Management

Italia, lo slancio ricettivo parte dal recupero degli immobili pubblici

Presenza coordinata a Berlino per la nostra offerta alberghiera nel corso dell’Hotel International Investment Forum; presentato il fondo di Cdp e le opportunità di investimento

E’ sotto il cappello di Italia Hospitality che quest’anno - all’Hotel International Investment Forum di Berlino – si sono presentate istituzioni e operatori del settore alberghiero italiani.

L'incontro si è aperto con la presentazione da parte del Mibact del Piano strategico del Turismo recentemente approvato. “Il Governo – ha spiegato il direttore generale del Mibact Francesco Palumbo - ha ridisegnato la programmazione in materia di turismo rimettendola al centro delle politiche economiche nazionali e dando operatività all’indirizzo strategico di creare una visione omogenea in tema di turismo e cultura”.

“Il recupero del patrimonio immobiliare pubblico -  ha ribadito Roberto Reggi, direttore dell’Agenzia del Demanio - può contribuire alla crescita del settore turistico ricettivo in Italia. Nel nostro paese ci sono moltissimi beni di pregio situati in posizioni strategiche: si tratta di ville ed edifici storici, strutture costiere ed ex caserme che una volta valorizzati, saranno volano di sviluppo per i territori in cui sono inseriti. Il progetto Valore Paese – Fari è un esempio concreto di successo nella rigenerazione del patrimonio pubblico in chiave turistica. Nel biennio 2015-2016 sono andate a bando 29 edifici costieri: i primi 9 sono già stati aggiudicati per essere trasformati in strutture ricettive legate al mare, e all’ambiente. Nel 2017 l’Agenzia – ha concluso Reggi -  ha deciso di concentrarsi su realtà territoriali lontane dai flussi turistici più tradizionali, presentando anche a Berlino un portafoglio di beni che si inseriscono in luoghi meno conosciuti ma non per questo meno affascinanti”.

"Cassa Depositi e Prestiti ha recentemente avviato una nuova attività nel settore del turismo con la sottoscrizione di un fondo immobiliare dedicato agli investimenti nel settore alberghiero - ha affermato Marco Sangiorgio, direttore generale di Cdp Investimenti Sgr -. L'obiettivo sotteso è multiplo: favorire la separazione tra proprietà immobiliare e  gestione, agevolando così la crescita dei gestori alberghieri in Italia, e proporre un'occasione di investimento a rischio moderato. I primi riscontri dal mercato sono molto positivi”.

“La presenza italiana quest'anno a Ihif testimonia l'enorme crescita di attenzione al settore nelle politiche del paese – ha dichiarato Giorgio Palmucci, presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi -. Già lo scorso anno, con l'iniziativa Italia Hospitality, abbiamo iniziato a costruire una presenza importante, che oggi si è tradotta in un partenariato ancora più prestigioso a favore di un effettivo sviluppo del settore turistico. Le occasioni di investimento interessano anche gli operatori internazionali, che si affacciano all’Italia considerando non solo le opportunità di business delle principali piazze italiane ma attratti anche dalle potenzialità ancora inespresse delle località minori”.

La ventesima edizione del forum ha ospitato oltre duemila delegati provenienti da 80 Paesi. Kerry Gumas, president e ceo, ha sottolineato che il programma di quest’anno è stato suddiviso in tre gioni: ripensare gli investimenti alberghieri degli ultimi 20 anni; esaminare i vari modelli di business del comparto;  esplorare le innovazioni in ogni forma all’interno del settore dell’ospitalità. l.d.

 

 


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli