Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Numeri

Salone del Mobile, a 36 milioni l'indotto degli hotel di Milano

La Camera di Commercio tira le somme di tre anni dell'evento che ha cambiato il mondo delle fiere. Le sedi aperte per il Fuorisalone

A Milano il Salone del Mobile ha creato un indotto di 36 milioni di euro agli alberghi nelle ultime tre edizioni. Secondo le stime della Camera di commercio sono il centro, Garibaldi con piazza Gae Aulenti e la celebre Corso Como, la più cheap Buenos Aires e “Fiera City”, il quartiere della prima sede espositiva milanese, oggi compresa tra City Life e il centro congressi MiCo, le zone più scelte dai visitatori della design week.

“L’effetto positivo della settimana del design è ormai un dato consolidato per gli alberghi e per l’economia del territorio – osserva il presidente dell’associazione albergatori Apam, Maurizio Naro -. Dobbiamo continuare su questa strada per beneficiare del momento favorevole per la nostra città. Occorre incentivare la creazione di eventi di sicuro richiamo internazionale per proseguire ancora meglio in questo trend. Ci vuole una promozione adeguata con tempistiche e modalità corrette, lavorando sempre più insieme per evitare errori”.

Occupazione e ricavi si concentrano nelle prime tre giornate dell’evento, da martedì a giovedì, che da sole registrano un’occupazione delle camere media del 98%.

Più scelti gli alberghi di categoria business: 89,4% la percentuale di occupazione delle stanze d’albergo nelle categorie Upper Upscale, circa 87,6% per la Luxury, +5,3% in un anno e 87,1% per la categoria Upscale, +5%. L’edizione 2016 aveva registrato un incremento dell’occupazione del 3,2% rispetto al 2015, anno di Expo, sostanzialmente in linea con il livello già sostenuto del 2014 (-0,6%). Incremento del 14% di ricavo tra 2016 e 2015.

La ricettività milanese offre circa 1.100 alberghi tra sedi di impresa e unità locali in crescita del 0,8% in un anno.

Le sedi della Camera di commercio restano aperte in occasione degli eventi del Fuorisalone: lo storico Palazzo Giureconsulti (nella foto) ha allestito 1700 metri quadri con vista sulla piazza Duomo. L’edificio storico che fu sede della Borsa napoleonica, costruito dal 1562 intorno alla torre civica del Broletto, oggi torre dell’orologio, diventa il luogo più centrale del design, con allestimenti di cucine, salotti, camere da letto, bagni e arredi da interni e da esterno. A Palazzo Turati, lo spazio congressuale della Caciaa meneghina, è stato allestito il padiglione olandese al Fuorisalone,“Masterly - The Dutch in Milano”. Due le mostre e 100 designer tra cortile, scala d’onore, saloni nobili e terrazzo. p.ba.


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli

Registrati
In questa sezione potete consultare e sfogliare gli articoli e i servizi di approfondimento pubblicati nel settimanale in distribuzione in questi giorni.
Leggi tutti gli articoli

Follow Us

WebTv - Video