Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Progettazione

Design e servizi, la carta degli hotel aeroportuali

Cambia il volto delle strutture ubicate nelle aerostazioni. Accanto alla convenienza e alla vicinanza allo scalo, si caratterizzano per un'ampia serie di facilities

Gli hotel aeroportuali cambiano look. A lungo ritenuti un semplice e pratico pit-stop per i viaggiatori, ora assumono connotazioni fashion ideali per un pernottamento o un meeting aziendale.

Gli esempi non mancano, dal Westin Denver International Airport Hotel, dove la lobby è a pochi passi dallo screening di sicurezza ma le camere degli ospiti sono caratterizzate da vetrate che permettono la vista della città e dei picchi delle Rocky Mountains. A Singapore, invece, i passeggeri possono camminare direttamente dal Terminal 3 del Changi Airport fino al Crowne Plaza, un lussuoso hotel con sala ginnica e piscina circondata da vegetazione tropicale.

“Questi hotel- spiega Lauro Ferroni, global head of hotels and research di Jll – offrono molto di più che una semplice stanza per passare una notte prima di un volo. Sono creati tenendo a mente la cultura locale, con decori e intrattenimenti d’avanguardia e un’ottima scelta di cibo e beverage. Un bel cambiamento rispetto agli hotel aeroportuali del passato, quando ci si svegliava in una stanza anonima che poteva essere in qualsiasi parte del mondo”.

Se nelle decadi scorse gli alberghi all’interno delle aerostazioni erano considerati una necessità inevitabile, ora le strutture sono ideate per attrarre i viaggiatori grazie ad un design moderno e a facilities upscale.

All’aeroporto olandese di Schipol, l’Hilton Asterdam, disegnato da architetti olandesi, si presenta con un atrio geometrico realizzato in vetro, “Per avere successo ed essere competitivi rispetto agli hotel del centro cittadino, questi alberghi devono essere fisicamente collegati all’aeroporto – sottolinea Ferroni -.  Vendere le camere ai gruppi del segmento corporate è la risposta giusta in termini commerciali e di business. Le location diventano sedi ideali per organizzare meeting in giornata ed eventi che si svolgano esclusivamente in hotel”.

La domanda per camere negli aeroporti internazionali nel mondo è cresciuta fino ad arrivare a 65 milioni di pernottamenti nel 2016 contro i 55 milioni del 2010, secondo i dati di Str. Se la chiave principale di successo resta quella della convenienza, anche lo stile diventa cruciale per coinvolgere un buon flusso di viaggiatori. l.d.

 

 


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli

Registrati
In questa sezione potete consultare e sfogliare gli articoli e i servizi di approfondimento pubblicati nel settimanale in distribuzione in questi giorni.
Leggi tutti gli articoli

Follow Us

WebTv - Video