Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Formazione

Host Milano, il futuro dell'ospitalità in fiera

Conclusa la 40esima edizione dell'appuntamento per il mondo della ricettività nelle sue diverse declinazioni, tra tendenze e business 

Cinque giorni di networking tra tendenze e business per il mondo dell’ospitalità nelle sue diverse declinazioni. E’ HostMilano, la manifestazione leader nel settore che si è tenuta a Rho Fieramilano. A sottolineare l’esito della 40° edizione sono i numeri: i visitatori Host professionali sono stati in totale 187.602 (+24,3% rispetto al 2015), dei quali il 38,8% internazionali e provenienti da 177 nazioni (pari a 72.699, +20,4% rispetto al 2015). I Paesi più rappresentati tra i visitatori sono stati - oltre a quelli europei - la Cina, gli Usa, quelli dell’area russa e medio-orientale, oltre a presenze da paesi come Australia, Nuova Zelanda, Cambogia, Polinesia e paesi africani all’esordio alla manifestazione.

Tra le tantissime iniziative  - e gli innumerevoli, e sempre presenti, showcooking - notevole la collaborazione tra Fiera Milano e POLI.design, consorzio del Politecnico di Milano che opera nel campo della valorizzazione e promozione del design culturale, che a tal fine ha realizzato l'interessante mostra Smart Label 2017. La mostra fotografa e conferma l'importanza del design innovativo, premiando e mettendo in vetrina un percorso espositivo nella Innovation Gallery, oltre 60 aziende iscritte a Host che si sono distinte per il grado di innovazione dei propri prodotti.

Obiettivo di Hostthinking - 10 Designer per 100 prodotti è stato quello di individuare concept innovativi capaci di coniugare servizio ed esperienza, prodotti offerti e spazio vissuto sotto la supervisione di Marta Conconi, Gianpietro Sacchi e Alberto Zanetta, docenti POLI.design e affermati professionisti del settore. Il premio è andato a Urte Berukstyte e al suo progetto Jumble room, in team con Massimiliano Concilio e Ilaria Gambino: selezionata dalla giuria per il concept innovativo di ospitalità, basato sull’interazione tra digitale, ristorazione locale, ospitalità “glocal” e comfort conviviale, la proposta è stata in grado di utilizzare in modo inedito e funzionale 10 prodotti di altrettante aziende presenti. L’internet of things tra le tendenze comuni alle soluzioni premiate, come capacità di introdurre connessioni digitali tra prodotti diversi, in un’ottica di miglioramento della user experience. Spazio dunque a innovazione e a prodotti e servizi “intelligenti” e sempre più sensibili al tema del risparmio (energetico, economico e di tempo).

A corollario di questa iniziativa, da segnalare due seminari di aggiornamento professionale organizzati nell’ambito di HostMilano 2017, che hanno registrato il tutto esaurito tra architetti ed esperti del settore. Le soluzioni più innovative e l’attenzione all’esperienza del consumatore al centro dei due incontri moderati da Cinzia Pagni (Politecnico di Milano) dal titolo “Ospitalità 4.0 servizi e prodotti per l'ospitalità contemporanea” e da Gianpietro Sacchi (POLI.design) dal titolo "User experience nelle soluzioni, nei prodotti, nei servizi per l'ospitalità”. Direttore scientifico di questi due seminari, il prof. Matteo Ingaramo (direttore di Poli.design). I professionisti di elevato profilo coinvolti nei due talk (Armando Bruno, Guido Castellini, Luca Colombo, Sara Digiesi, Uberto Ducci, Maurizio Lai, Nisi Magnoni, Stefano Mastromatteo,  Francesco Scullica, Sofia Gioia Vedani e Alberto Zanetta) hanno voluto fornire un indirizzo di metodo verso un approccio attuale e user-centered con contenuti di carattere applicativo utili alla pratica della professione.

La collaborazione tra Host Milano – Fiera Milano e POLI.design è stata in grado ancora una volta di stimolare nuovi pensieri e progetti in un settore – quello dell’ospitalità - che offre grandi potenzialità di innovazione, consentendo al design di progettare soluzioni capaci di migliorare gli stili di vita e di consumo delle persone. Come ha dichiarato lo stesso Matteo Ingaramo, direttore generale di POLI.design e membro della giuria, “abbiamo visto 10 progetti spingere realmente il concetto di ospitalità verso una visione nuova. Quasi 100 prodotti usati in contesti del tutto originali e capaci di seguire i trend più caldi del settore. Il tasso qualitativo e tecnico dei prodotti esposti a HostMilano 2017 predispone a un concetto di nuova generazione dell’ospitalità. Ancora una volta è la Fiera a generare innovazione”.

Cinzia Pagni
 


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli