Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Management

E' il sonno la nuova frontiera dei servizi in hotel

A rivelarlo la ricerca Luxury Travel Trends, realizzata da TrendWatching con il brand Small Luxury Hotels of the World. Tra le novità, il guru e il maggiordomo del buon riposo, oltre a coperte e lampade hi-tech che aiutano gli ospiti a dormire meglio

E' il sonno la nuova frontiera dei servizi lusso negli hotel. A dirlo la ricerca Luxury Travel Trends, realizzata da TrendWatching con il brand Small Luxury Hotels of the World, oltre 500 hotel indipendenti in oltre 80 paesi. Tra le tendenze identificate sulle esperienze di viaggio che i consumatori cercano in hotel, la corretta gestione del sonno è una delle più importanti.
 
Stando alla ricerca infatti i viaggiatori di lusso sono preoccupati in maniera crescente per la qualità del proprio sonno. Il centro di controllo malattie e prevenzione negli Usa ha identificato che la mancanza di sonno è diventata un’epidemia, e l’industria che aiuta il sonno sembra che raggiungerà ricavi pari a 52 miliardi di dollari nel 2020 (ricerca Bcc, gennaio 2016). Non sorprende che i viaggiatori si aspettano che negli alberghi frequentati trascorrano delle splendide notti di sonno profondo, e questo pensiero va ben oltre il menu dei cuscini. Brand dei viaggi di lusso propongono esperienze memorabili, di rinnovamento e soluzioni per ogni ora della sera, dal primo sonno al momento della sveglia. Qualche esempio? Il gruppo di hotel del 137 Pillars propone due trattamenti specifici per rilassare gli ospiti, lo sleep by design e la terapia dello sleepdown service, sia a Chiang Mai che a Bangkok. Sleep by design è un rituale composto da quattro momenti, quali una sessione reiki da 90 minuti, un massaggio, coperte o asciugamani caldi e aromaterapia. Lo sleepdown service è condotto da un guru del sonno e dal maggiordomo del sonno e include un te da sogno, un bel bagno preparato ad arte, con l’opzione della favola della buonanotte e musica dedicata.
 
Alcuni hotel si dotano di strumenti all'avanguardia come la lampada Circadia, un apparecchio basato su intelligenza artificiale disegnato per migliorare la qualità del sonno degli utilizzatori. Con una percentuale pari al 98% di accuratezza, i sensori del Circadia misurano la respirazione dell’utilizzatore, il movimento e il battito cardiaco, oltre alle condizioni della camera da letto durante il sonno (luce, temperatura, rumore). Altro nuovo strumento è Casper, la coperta in attesa
di brevetto anticipa il problema di sudare durante il sonno ed è fatta di piuma e lana merino per ridurre l’umidità.

TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli