Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Investment

The Student Hotel debutta in Italia

Prima struttura di cinque: a Firenze apre il Lavagnini nel "palazzo addormentato" di fronte alla Fortezza da Basso. Viaggiatori e studenti il target della complete connected community

di Paola Baldacci

Con il Firenze Lavagnini da 390 camere, The Student Hotel (Tsh) debutta in Italia e sceglie la città del giglio per scalare l’Europa. Il concept alberghiero è innovativo nella forma e nei contenuti, ponendosi l’obiettivo di connettere comunità nel mondo attraverso l’ospitalità.

A Firenze, le stanze sono organizzate in gruppi attorno al cortile “per consentire la crescita di diverse comunità di viaggiatori e residenti con scopo e durata del soggiorno comune”, spiega la catena olandese. La sala divertimenti è la suite Vip dell’hotel: uno spazio di 55 metri quadrati con terrazza privata e vista sulle colline toscane più una camera da letto con vista sul Duomo. “E’ decorata con una combinazione di stili, gli specchi creano un trompe l’oeil sulla parete e i mobili vintage sono mescolati con pezzi personalizzati da designer”.

La struttura, che apre ufficialmente il primo luglio, si trova di fronte alla Fortezza da Basso, nota sede di eventi e congressi, che presto sarà collegata da una nuova linea di tram all’aeroporto e alla stazione dei treni.

Il fondatore della catena, che offre servizi e spazi di co-working, Charlie MacGregor, afferma che “ogni nuovo edificio di Tsh migliora il livello di offerta del settore dell’ospitalità, offrendo luoghi che aiutano gli ospiti a scoprire la loro missione e cambiare il mondo. Il Firenze Lavagnini ha superato ogni aspettativa, è semplicemente splendido, ed è il miglior esempio della nostra Complete connected community”.

Il restauro è valso 50 milioni di euro d’investimenti e valorizza un quartiere precedentemente trascurato. Il palazzo, costruito nel 1864 per uso diplomatico, si trasforma in un centro creativo per viaggiatori, studenti, lavoratori, imprenditori, giovani professionisti e residenti

I fiorentini chiamavano l’edificio “palazzo addormentato”, mentre oggi è un’opera di design con la sua piscina sul tetto e l’irriverente messaggio “The beach is boring”, un’installazione di graffiti extra large nel cortile centrale, uno skybar.

La missione di Tsh è di creare il miglior luogo in cui studenti e viaggiatori “possano trovare il loro scopo e cambiare il mondo” e in pipeline ci sono altre strutture europee. La vecchia Manifattura tabacchi fiorentina verrà trasformata in albergo, sarà il quinto in Italia e il terzo nel capoluogo toscano. Già definito il più grande sito di restauro in Toscana, guidato da Aermont Capital e Cdp Immobiliare.

Il secondo hotel di Firenze, Belfiore, aprirà nel 2019 con 652 camere. Quello di Bologna avrà 361 stanze e arriverà nel 2019, infine a Roma nel 2020 con 481 camere. Tsh prevede di aprire più di 10 proprietà in Italia entro il 2023. In Europa, sono confermate le strutture a Lisbona, Parigi, Barcellona e Porto. In tutto, i piani di espansione prevedono 65 indirizzi alberghieri entro cinque anni.


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli