Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Investment

Hilton Molino Stucky, al via un importante intervento di restyling

Il general manager Ilio Rodoni racconta il progetto e traccia un bilancio dell’attività di questo imponente hotel veneziano che domina la Giudecca

Lo scorso 1 giugno ha tagliato il traguardo dei 12 anni di attività e per Hilton Molino Stucky, il prestigioso 5 stelle sulla Giudecca, è tempo di bilanci. Alla guida della struttura dal 2014 c’è il general manager Ilio Rodoni “Questo è un anno estremamente importante per via della ricorrenza del 100° anniversario del brand. Come Hilton Molino Stucky abbiamo voluto dedicare le nostre celebrazioni a iniziative di corporate social responsibility, individuando un calendario di eventi e attività che hanno avuto, e avranno luogo, nel corso dell’anno”.

Intanto è stata recentemente completata la prima fase del progetto di ristrutturazione delle camere, con l’inaugurazione di due nuove categorie di camere, le Molino Premium Room e le nuove Executive Suite.

Il design moderno delle prime lascia trapelare riferimenti alla storia della struttura, le seconde invece combinano la modernità allo splendore della Serenissima, richiamata da tinte e materiali, in un twist contemporaneo che vuole sottolineare come la città di Venezia sia in continuo mutamento. A fine anno è prevista la seconda tranche che regalerà un nuovo design alla Presidential Suite e alle Tower Suite, in fase di definizione anche il rinnovamento delle aree comuni e degli spazi meeting.

Ricavato da un antico mulino ormai in disuso, l’hotel conta 379 camere, 8 ristoranti e bar, una piscina sul rooftop e un centro wellness/fitness di 600 mq, caratteristiche che incontrano facilmente i gusti di una clientela internazionale. “Il mercato principale si conferma quello americano, seguito da un numero elevato di clienti italiani, inglesi, tedeschi e francesi. -spiega Rodoni- Importante la performance dei segmenti mice, grazie anche al centro congressi in grado di ospitare fino a 1000 persone, e wedding. Vantiamo il più grande centro congressi in città, il maggior numero di camere e numerosi spazi adatti ad ospitare funzioni ristorative per gruppi. In crescita anche il target sposi, i clienti apprezzano particolarmente le location esterne dei ristoranti e dello Skyline Bar, ideali per ospitare celebrazioni e che offrono una vista sulla città e numerose sono anche le richieste per proposte di matrimonio”.

Grande attenzione da parte del Molino Stucky per la componente food & beverage: il rapporto tra clientela locale e ospiti dell’hotel è ben bilanciato, specialmente per Skyline e Bacaromi che, aperti tutto l’anno, sono diventati un punto di ritrovo anche per i veneziani. “Ciascuno dei nostri ristoranti è caratterizzato da un proprio concept e identità: dall’elegante Aromi, in stile yachting club che propone una cucina ricercata che esalta in chiave innovativa i sapori dell’italianità, all’informale Bacaromi, un bacaro contemporaneo dove i gustosi piatti e vini rendono omaggio all’autentica tradizione veneziana. A questi si aggiunge lo Skyline Rooftop Bar all’ottavo piano, la cui vista è ormai la più famosa in città, pronto a inaugurare un nuovo menu”. s.f.


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli