Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Numeri

Scendono i profitti per gli hotel di Medio Oriente e Nord Africa

L’analisi di HotStats mette in luce un tasso di occupazione attorno al 78%, ma calano i ricavi per camera disponibile

 

 

I livelli di occupazione negli hotel di Medio Oriente e Nord Africa sono saliti al 78,2 per cento  nel mesi di aprile 2019, ma l’aumento non è stato sufficiente a impedire il calo dei profitti per l'ottavo mese consecutivo. E’ quanto emerge dai dati della società di analisi HotStats che monitora gli hotel a servizio completo.

Il profitto per camera negli hotel della regione Mena è sceso del 2,9% nel mese, a 92,95 dollari. Nonostante il calo, questo è stato è stato un buon risultato per il 2019 e superiore del 9,1% rispetto al risultato operativo lordo totale (Goppar) ottenuto anno su anno dell'anno a 85,19 dollari.

Mentre l'occupazione è risultata in aumento, il tasso medio delle camere scende del 4,1% su base annua a 169,65 dollari. La combinazione si è espressa in un calo dell'1% annuo delle entrate per camera disponibile (RevPar) a  132,70 dollari.

Oltre al RevPar, a scendere sono stati anche i ricavi accessori degli hotel nella regione, seppur lieve, a -0,7%, che ha però contribuito a un calo dello 0,9% del RevPar totale a 226,40 dollari.

L'andamento degli utili degli hotel dell’area è stato ulteriormente influenzato dall'escalation dei costi del personale, che è aumentato dell'1,6% anno su anno a  57,98 dollari, in base al prezzo disponibile per camera. Questo equivale al 25,6% delle entrate totali.

"La crescita quasi costante anno su anno dell'occupazione delle camere, in concomitanza con un rapido aumento dell'offerta negli ultimi 24 mesi, rappresenta una storia positiva per gli hotel di Medio Oriente e Nord Africa. La sfida continua ad essere l'Adr in calo e, di conseguenza, il margine operativo lordo”, ha dichiarato Michael Grove, direttore Hotel Intelligence Emea di HotStats.


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli