Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Numeri

Hotel Italia, flussi in aumento e strutture più moderne

Albergatori concordi sul sentiment positivo. Tra cinque anni, secondo una ricerca svolta da World Capital e Nomisma, il settore sarà più solido e innovativo

Il sentiment del mercato alberghiero italiano si conferma in positivo e proiettato verso un ammodernamento delle strutture alberghiere. Questo il dato generale emerso dall’ultima indagine svolta da World Capital e Nomisma su un campione significativo di albergatori, ai quali sono state rivolte delle domande in merito ai flussi  turistici, ai fattori chiave di crescita delle loro strutture alberghiere e su quali ambiti di sviluppo puntare per il potenziamento strategico dei loro alberghi.

La survey dal titolo “Come sarà il settore alberghiero tra 5 anni?” mostra un sentiment positivo e  in crescita (fino al +25%) per il 69,20% degli albergatori intervistati. Per quanto riguarda invece gli utenti che ricercano/acquistano servizi turistici attraverso dispositivi mobili, è emerso che per il 73,10% la ricerca aumenterà e per il 26,90% crescerà in modo netto.

Il sentiment per l’acquisto di servizi turistici, invece, risulta più frammentato: per il 57,70%, infatti, aumenterà, per il 30,80% aumenterà in maniera netta mentre per l’11,50% non cambierà. Dalla survey è stato possibile, inoltre, dare uno sguardo alla situazione relativa al mercato interno,  il cui fatturato, per il 46,20% degli intervistati, sarà composto per il 50-75% da turisti  italiani, mentre per il 38,50 % fino alla metà del proprio fatturato sarà determinato da turisti italiani.

Spostandoci sui dati emersi sui mercati esteri, il sentiment degli albergatori per i prossimi cinque anni  mostra una spiccata fiducia verso gli arrivi di turisti europei, seguiti poi dagli asiatici, dagli esteuropei e, infine, dai nordamericani.

Infine, è stato chiesto agli intervistati, qualora avessero a disposizione del denaro da investire, su quali ambiti di sviluppo strategico punterebbero per un miglioramento della propria struttura. È interessante notare che il 57,70% investirebbe sugli arredi e la struttura, mentre il 34,60%  punterebbe sulla formazione e le risorse umane della propria struttura ed infine il 26,90%  punterebbe su un potenziamento del marketing.


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli