Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Investment

Apre il Lefay Resort & Spa Dolomiti

La struttura sorge a Pinzolo, all’interno della skiarea di Madonna di Campiglio, e offre 88 suite a partire da 57 metri quadri, inclusa la Royal pool & Spa suite da 430 metri quadri e 22 residenze private

Il gruppo Lefay Resorts ha uffucialmente aperto le porte del Lefay Resort & Spa Dolomiti, situato tra le montagne dichiarate dall'Unesco Patrimonio "Mondiale dell'Umanità".

La struttura sorge a Pinzolo, all’interno della skiarea di Madonna di Campiglio e dispone di 88 suite a partire da 57 metri quadri, inclusa la Royal pool & Spa suite da 430 metri quadri e 22 residenze private (in vendita da luglio 2018) collegate direttamente ai servizi del resort; primo caso di serviced branded residences in una Spa destination italiana.

Lefay Spa Dolomiti si articola su quattro livelli: un intero piano dedicato ai trattamenti con più di 20 cabine, in cui si effettuano i trattamenti della proposta benessere ispirata alla natura alpina, nonché i trattamenti signature; l'area della piscina interna/esterna riscaldata tutto l'anno; un livello dedicato al fitness, con palestra aperta 24h equipaggiata con la linea Artis di Technogym® e infine la zona riservata agli adulti. Quest’ultima accoglie la piscina interna completamente realizzata in tonalite e l'innovativo Mondo Energetico Terapeutico, ispirato alla filosofia Lefay Spa Method e composto da cinque aree con diverse tipologie di saune, materiali, fitoterapie e aromaterapie, collegate alla whirlpool centrale con acqua arricchita ai sali di magnesio.

Il ristorante Dolomia è uno spazio elegante che propone un’esperienza gastronomica unendo ricette tipiche e sapori rinnovati, mentre il ristorante organico "Grual", disponibile a partire da dicembre 2019, prende il nome dalla montagna ai cui piedi sorge il resort e propone una cucina che privilegia etica e selezione delle materie prime, ma soprattutto fornitori che adottano sistemi di produzione biologici.

La progettazione del resort è stata studiata secondo i principi della bio-architettura dall'architetto Hugo Demetz, l’interior design è stato curato dallo Studio Alberto Apostoli in stretta collaborazione con il Team Project Lefay, mentre il parco è stato ideato dalla paesaggista Patrizia Capelli. La nuova struttura è caratterizzata da un ampio uso di materiali naturali del territorio, come i legni di abete e larice per i rivestimenti esterni, il rovere per il parquet, il castagno per gli arredi e la tonalite dell'Adamello, pietra dall’aspetto granitico utilizzata per i fontanili nei pascoli di montagna.

L'apertura di Lefay Resort & Spa Dolomiti segna un passo importante per la crescita e lo sviluppo della località di Pinzolo e in generale per l'intera area turistica di Madonna di Campiglio. Per il nuovo resort, che sarà aperto tutto l'anno, sono stati già assunti 130 collaboratori diretti, di cui più del 50% proveniente dalle Valli Rendena e Giudicarie. A regime si prevedono oltre 54mila presenze l'anno e un fatturato di circa 20 milioni di euro, cifre che avranno ricadute significative sull'attività economica della Valle.


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli