Hotel Business Magazine 

 
HOME > RUBRICHE - Investment

Cdp in campo: piattaforma da 500 milioni di asset

Il veicolo, secondo le indiscrezioni del Sole 24 Ore, sarebbe dedicato all'immobiliare turistico e volto a salvaguardare il patrimonio a 4 e 5 stelle del nostro Paese

Una piattaforma dedicata all’immobiliare turistico da 500-600 milioni di asset per salvaguardare e valorizzare il patrimonio immobiliare alberghiero italiano. Sarebbe la mossa di Cassa depositi e prestiti, coaudiuvata dalla divisione real estate e voluta dall’amministratore delegato di Cdp, Fabrizio Palermo.

Lo scrive Il Sole 24 Ore di oggi, spiegando che la strategia avrebbe subito una forte accelerazione a partire da luglio, quando si vociferava di un interesse estero per alcuni hotel iconici delle nostre isole. Gli alberghi chiusi per mesi hanno dovuto fare i conti con problemi finanziari per i mancati incassi. La ripresa estiva delle prenotazioni e dei viaggi, seppur parziali, ha riportato un minimo di speranze per molte strutture, soprattutto nelle località di vacanza, mentre in città ci sono ancora alberghi chiusi.

Cdp è attiva nel settore alberghiero dal 2017, anno in cui è stato lanciato Fit, fondo investimenti turismo, che ha investito 250 milioni di euro tramite il fondo Fi in sette strutture destinate all’ospitalità. Cinque sono le strutture a marchio Th Resort, tra cui l’hotel Pila in Valle d’Aosta e Baia degli Achei village in Calabria, una struttura di Blu hotels e l’albergo Villa Igiea di Palermo che fa parte della catena Rocco Forte hotels. Cdp è anche azionista di Th Resort, con il 45,9%, e di Rocco Forte con il 23%. Tutti questi investimenti passeranno di fatto al portafoglio immobiliare della nuova iniziativa.

Le strutture nel mirino sarebbero hotel quattro e cinque stelle lungo tutta la penisola e lo scouting sarebbe già partito.

Secondo la società di consulenza Jlls il volume delle transazioni a oggi, incluso il portafoglio di Varde (ma solo per gli hotel italiani) è di 660 milioni di euro e si prevede che per fine anno forse si arriverà vicini al miliardo di euro.


TAGS

COMMENTA

Ultimi articoli