La priorità aziendale del 2016 sarà incrementare le attività di sales e marketing. E' quanto rivela Il sondaggio degli albergatori europei di Choice Hotels. La catena alberghiera proprietaria dei brand Comfort, Quality e Clarion, ha rivelato i risultati della quinta edizione annuale dell’European Hotelier Pulse-Check, il sondaggio che valuta le tendenze del settore e gli imperativi aziendali dei suoi hotelier per il 2016.

Tra le scoperte più rilevanti è emerso che il 78% dei franchisees crede che il settore alberghiero realizzerà una considerevole crescita e che le tariffe delle camere continueranno a ottenere ottimi risultati. Il 69% sta pianificando la ristrutturazione degli hotel per il 2016. Accrescere le attività di sales e marketing rimane la principale priorità aziendale. La qualità e le caratteristiche delle camere sono fondamentali nell’assicurare il ritorno dei viaggiatori d’affari. L’incremento dell’uso dei programmi per ottimizzare il revenue management è considerato il principale trend del settore per il 2016. 

Maggiore fiducia

Il sondaggio rivela che gli albergatori pan-europei affrontano il 2016 con più fiducia rispetto ai quattro anni precedenti. A fronte del 55% che aveva espresso lo stesso sentimento nel 2014, quest’anno il 78% degli albergatori (più dei due terzi) ritiene che il settore alberghiero realizzerà un incremento sostanziale. Anche la speranza riposta nell’andamento delle tariffe camera cresce, con un 78% che mantiene buone aspettative per il 2016 rispetto al 68% dell’anno precedente e al 33% del 2012. La qualità delle camere continua ad essere considerata dagli intervistati l’elemento fondamentale per assicurare il ritorno nelle strutture dei cosiddetti clienti business. Un altro elemento rilevante è il servizio del personale dell’hotel ed il rapporto qualità-prezzo. Come per il 2015, la ristrutturazione dei propri hotel risulta il principale piano di espansione per il 69% degli albergatori; un ulteriore 28% afferma che assicurarsi la proprietà di un’altra struttura per il proprio portfolio è ancora una volta il secondo obbiettivo di espansione più diffuso. Gli hotelier riferiscono, inoltre, che l’incremento delle attività di sales e marketing per attrarre nuovi clienti resta il loro principale obbiettivo per i prossimi quattro anni.

La previsione

Alla domanda su quale sia la loro previsione circa il principale trend del settore nel 2016, il 58% (più della metà degli albergatori) scommette sull’incremento nell’utilizzo dei channel manager per ottimizzare la gestione dei ricavi dell’hotel, seguito dall’ulteriore crescita del modello in franchising (22%). Inoltre, riconoscendo quanto sia importante la gestione dei ricavi per mantenere con successo un hotel, il 62% degli albergatori crede che, se gestiti in maniera efficiente, questi possano incrementare tra il 2,5% e il 10%, mentre il 21% ritiene di poter realizzare un aumento del 10%. Il prestito in banca è sempre la prima scelta per gli albergatori che cercano capitali per ampliare le attività dei loro hotel (66%), mentre un 8% è invece disposto a considerare la possibilità del crowd-funding.

Cercando nuovi modi per attirare i più importanti viaggiatori d’affari, il 28% degli intervistati progetta di offrire nelle proprie strutture una banda larga più veloce; il 24% sta cercando di accrescere il numero delle tariffe specifiche dedicate ai clienti business, offrendole tramite i maggiori canali di distribuzione e quasi la metà (43%) farà aderire più clienti business a Choice Privileges, il programma reward globale di Choice Hotels i cui soci hanno più alte probabilità di soggiornare gratuitamente negli hotel. Inoltre, mentre al momento la maggior parte delle persone si aspetta di dover cambiare carriera tra le cinque e le sette volte nel corso della propria vita lavorativa, il 73% degli intervistati dichiara di non aver mai avuto un’altra carriera al di fuori dell’ambito alberghiero e afferma di voler lavorare solo in questo settore.

“La quinta edizione del Pan-European Hotelier Pulse-Check di Choice Hotels Europe rivela che gli albergatori guardano al 2016 con più fiducia – afferma Georg Schlegel, managing director di Germania ed Europa centrale -. Riconoscono che stare un passo avanti alla concorrenza attraverso strategie innovative di sales e marketing è la chiave per il loro successo, così come lo è l’importanza data ad un’efficace gestione dei ricavi”.

Il sondaggio “European Hotelier Pulse-Check 2015” è stato condotto nell’ottobre 2015 tra 73 Choice Hotels affiliati, operatori e general manager provenienti da Regno Unito, Francia, Germania, Repubblica Ceca e Italia.
 

Tags:

Related Article