Gli ospiti degli hotel prestano sempre più attenzione all’offerta della prima colazione che diventa uno degli elementi distintivi per gli hotel, spesso determinante per la recensione positiva o negativa e per la scelta di tornarci.
Un recente studio Hrs ha proprio analizzato offerta e costi della prima colazione, confrontando e valutando a livello internazionale le prenotazioni alberghiere con o senza colazione. Analizzando la percentuale delle prenotazioni, il 57,3% dei viaggiatori europei sceglie di includere la colazione in hotel, mentre il 42,7% prenota solo il pernottamento.

Per quanto riguarda l’analisi della differenza dei costi della prima colazione, la media europea risulta di 10,88 euro a breakfast, mentre la prima colazione in hotel a Milano ha un costo leggermente inferiore con una media di 8,99 euro. Più cara a Roma dove si spende in media 11,91 euro.
 Tra le città più costose del vecchio continente troviamo: Amsterdam 17,41 euro, seguita da Zurigo 15,5 euro e Copenaghen 14,01 euro. Le più economiche risultano invece Oslo con 2,30 euro e Stoccolma con 4,80 euro.

A chi sembra cara l’Europa, probabilmente, non ha mai prenotato un soggiorno con colazione a Singapore che, con i suoi 18,31 euro, è in assoluto la più cara del mondo. Decisamente un affare invece fare la prima colazione in hotel a Toronto (1,79 euro), Citta del Capo (1,87 euro) e Mumbai (1,98 euro) che si allontanano di molto dalla media mondiale di 9,85 euro.
 
Se consideriamo l’analisi per gli hotel 5 stelle, la differenza tra i prezzi che i viaggiatori pagano per la prima colazione è ancora maggiore: in Europa il costo è in media 22,60 euro e nel mondo 17,50 euro.
Al contrario, quando si tratta di alberghi a quattro stelle, la differenza di prezzo è notevolmente inferiore: gli ospiti in europei potranno avere la prima colazione mediamente a 13,70 euro mentre nel resto del mondo la media è leggermente inferiore con 13 euro.