Un ammodernamento per rispondere meglio ai criteri qualitativi di DoubleTree by Hilton ed ecco che l’ex Nh Lingotto è diventato, grazie ad un restyling costato tra i 3 e i 4 milioni di euro, la prima struttura del brand americano a Torino, composta da 141 mini loft e una suite presidenziale.

La direttrice del DoubleTree by Hilton Turin Lingotto, Simona Calabrese, ha vissuto le varie tappe di trasformazione, dalla nascita della struttura realizzata da Renzo Piano nel 2003 – ospitata nello storico stabilimento Fiat – e inizialmente gestita da Meridien, al passaggio a Nh fino all’approdo in casa Hilton.

Per la struttura lifestyle in stile industrial la scelta strategica è stata quella di apertura al territorio e di affinamento dei dettagli in termini di servizio per renderla un’opzione interessante sia per colazioni di lavoro, che per eventi, feste e congressi, segmento quest’ultimo che rappresenta il core business dell’albergo. L’hotel fa infatti parte di un comprensorio, il Lingotto, che è in grado di proporre 500 camere totali (tra DoubleTree, Ac Hotel e Nh).

“Sono stati aggiunti elementi di design – ha spiegato la manager -, il ristorante è stato riarredato, qualche tocco di rinnovamento ha interessato anche le camere , mentre il foyer è stato reso più vivibile per gli ospiti”.

Per dinamicizzare il ristorante sono state ideate delle formule di prezzo accattivanti valide durante la settimana “e ora si iniziano a scoprire anche i vantaggi di una buona colazione in hotel”.

Nel primo trimestre di attività – sotto il brand DoubleTree l’albergo è stato aperto a gennaio – il tasso di occupazione è stato del 50%, ma “l’obiettivo è posizionarsi sul 70%”. L’adr attuale è di 102 euro.

Caratterizzato da una presenza prevalentemente domestica, l’albergo ora grazie all’insegna Hilton sta registrando un aumento di presenze asiatiche e americane. Il 40% delle vendite è veicolato dalle Ota, contro un 60% di vendita diretta.

La destagionalizzazione degli eventi aiuta il riempimento, come dimostrano appuntamenti come il Salone del Libro a maggio o il Torino Jazz Festival, in programma dal 26 al 30 aprile prossimi, per il quale l’hotel ha realizzato dei pacchetti ad hoc. l.d.

 

Tags: ,

Related Article