L’Helvetia & Bristol, situato nel cuore di Firenze, ha riaperto le porte ai clienti dopo una importante ristrutturazione che, grazie al contributo di maestri artigiani italiani, ha reso all’albergo il suo autentico splendore arricchito dal lusso e dai comfort contemporanei.

La struttura è stata aperta per la prima volta nel 1883 e negli anni è stata la residenza fiorentina prediletta di artisti, letterati e viaggiatori di tutto il mondo. Le 64 camere di differenti categorie sono state tutte rinnovate e sono uniche nel loro genere, finemente arredate con oggetti di pregio, che richiamano l’atmosfera di un palazzo nobiliare, ridefinendo i parametri della moderna ospitalità. Così i mobili d’antiquariato sono stati restaurati da alcuni artigiani e si è intervenuti con carte da parati dal disegno originale, eleganti boiserie e pavimenti in rovere, tessuti damascati in seta italiana, tende in taffetà e complementi d’arredo disegnati appositamente per il restyling.

Per riportare alla luce l’eleganza senza tempo dell’Helvetia & Bristol, gli ambienti sono stati ripensati ispirandosi alle atmosfere che hanno affascinato i viaggiatori all’epoca del Grand Tour. Il winter garden, sovrastato dal soffitto in vetro in stile Liberty che risale al primo decennio del Novecento, è stato ridisegnato per accogliere quello che diventerà uno degli indirizzi di riferimento per gli appassionati di fine dining in città. Mentre la carta da parati disegnata dall’artista Ottavia Moschini riproduce la fauna toscana, riportando alla memoria i motivi classici delle cineserie del '700, di cui molti richiami sono presenti in hotel.

La prima parte della ristrutturazione coinvolge infine le facciate del palazzo, la lobby e il bar, che verranno ultimate in giugno. Mentre i lavori nel corpo centrale stanno volgendo al termine, la conclusione dell'intero progetto è attesa per novembre 2019 quando l'annessione dell'edificio adiacente – che precedentemente ospitava il Banco di Roma – arricchirà l'hotel con 25 nuove camere e suite, una Spa e spazi per eventi.

Tags: ,

Related Article