A un anno dal riposizionamento del Gruppo Una, Fabrizio Gaggio, direttore generale, fa il punto sulle attività e annuncia il lancio della formula in franchising.

“Abbiamo creato una nuova architettura di marca del Gruppo – dichiara il manager – e con i brand Una e Atahotels sono state sviluppate tre linee di prodotto: Una Esperienze, 9 strutture collocate nelle principali città italiane, di cui un esempio attuale è quello del Principi di Piemonte, che verrà inaugurato ufficialmente domani a Torino dopo una recente e importante ristrutturazione, oltre a Lido di Camaiore, flagship in Toscana. Sono 21, invece, le strutture che vanno sotto il brand di Una Hotels, caratterizzate da una posizione cittadina nelle piazze principali e infine il corpo Una Way con 8 strutture che si posizionano nel segmento 4 stelle nelle principali arterie nazionali e in destinazioni strategiche, raccogliendo sia mercato leisure che commerciale”.

In questo momento il Gruppo Una sta investendo su queste tre linee di brand. “Ci stiamo orientando – aggiunge Gaggio – sui lease, focus del gruppo, stiamo poi sviluppando nuove aperture, tra cui una a Roma, in zona Trastevere, con un centinaio di camere di proprietà di una famiglia romana, e l’altro ramo su cui ci stiamo muovendo in modo sistematico è lo sviluppo del franchising attraverso la ricerca e l’affiliazione di nuovi operatori. Sappiamo che in Italia il mondo è molto frammentato, con una piccola presenza di prodotti di catena (sotto il 7%) e noi riteniamo che la flessibilità che il nostro gruppo è in grado di dare ai privati ci permetterà di catturare un’interessante fetta di mercato in modo più semplice rispetto ai grandi gruppi americani”. Società che, secondo Gaggio, “hanno standard e dinamiche eccessive a volte e che ci consentono, pur parlando lo stesso linguaggio, di essere più versatili nei confronti dei proprietari”.

L’obiettivo è di essere attivi non soltanto nelle Big Four, ma anche su destinazioni secondarie di provincia sia su prodotti Mice, corporate o leisure. Infine, una delle aree su cui il gruppo intende fare un intervento importante riguarda i resort siciliani di Giardini Naxos e Capotaormina. l.d.

Tags: ,

Related Article