"Non fare a loro quello che non vorremmo venisse fatto a noi". Il segreto per tutte le cose è un po' questo, anche nel rapporto albergatore-fornitore. Mauro Santinato, presidente di Teamwork, parte da un pensiero profondo per affrontare il tema di come portare avanti le relazioni tra le parti in questo momento non semplice per tutto il settore, vista l'emergenza sanitaria attuale.

E così Santinato, intervenuto in un recente live streaming “United for the Travel Industry”, lanciato da The Data Appeal Company, stila una sorta di decalogo tra ciò che sarebbe bene fare o non fare per mantenere buone relazioni con i partner con cui si lavora, magari da lungo tempo.

Stante la situazione di grande difficoltà per il settore, Santinato sottolinea la necessità "di mantenere una buona relazione, perché si tornerà ad avere bisogno l'uno dell'altro. Non bisogna evitare i fornitori – afferma -, non bisogna certamente avere degli scambi non cortesi, ma piuttosto tranquillizzarli, parlare con loro e far comprendere che il momento è difficile".

Tra i suggerimenti dati c'è per esempio quello di poter "pianificare un programma di rientro del debito" e soprattutto quello di "non cambiare il fornitore", in quanto non sarebbe producente.

Ciò che è importante per l'albergatore è di non perdere in credibilità, di salvaguardare la sua reputazione, "bisogna essere trasparenti – raccomanda Santinato -, così i fornitori capiranno, dobbiamo costruire con loro un percorso di ricrescita", afferma convinto. E poi lancia il suo hashtag #vedolaluceallafinedeltunnel.

Stefania Vicini

Tags: ,

Related Article