Il fondo sovrano del Kuwait entra in gioco nell’affare di MilanoSesto. Il progetto, avviato già alcuni anni fa e che prevede la trasformazione dell’ex area Falck in una destinazione urbana fatta do quartieri residenziali, spazi retail, direzionali e alberghieri, nuove piazze e spazi pubblici, oltre a 45 ettari di verde, è ad oggi seguito dal colosso americano Hines in tandem con Prelios.

Il Sole24 Ore ha anticipato che “il primo lotto interessato è Unione Zero, per il quale è stato firmato un accordo in co-investimento del valore di 500 milioni di euro tra Hines e Kia-Kuwait Investment Authority, primo fondo sovrano al mondo istituito nel 1953. A fare da tramite Cale Street, società finanziaria e di investimento immobiliare con base a Londra. Si tratta in tutto di circa 250mila metri quadrati, dove sorgeranno 11 fabbricati destinati a uffici, hotel, residenze in affitto, studentato e social housing. Saranno edifici, alcuni in legno, con elevati standard di sostenibilità e social impact”.

“In pochi mesi siamo riusciti a fare partire un progetto che finora era rimasto bloccato e a giugno dell’anno prossimo partiranno i lavori per un quartiere con i massimi standard di sostenibilità in Italia – ha affermato Mario Abbadessa, country head di Hines Italy –. Siamo molto orgogliosi dell’avvio concreto di questo progetto che permetterà di recuperare un’area fondamentale della Grande Milano e dalla forte vocazione industriale. Uno dei territori più dinamici e con il più alto potenziale a livello europeo che vedrà nascere uno sviluppo residenziale sostenibile e innovativo, caratterizzato da affitti accessibili, collegamenti al centro della città e servizi moderni per studenti, famiglie, e target più maturi”. I lavori dovrebbero iniziare già da giugno 2021. g.m.

Tags: , , ,

Related Article