Marriott International dà l'annuncio della firma dell’accordo con Mario Julen, alpinista, albergatore e proprietario della società di sviluppo immobiliare Matterhorn Peak AG, per portare il brand The Ritz-Carlton a Zermatt, segnando il debutto del primo ski resort firmato Ritz-Carlton in Europa. La struttura, sviluppata su 69 camere, la cui apertura è prevista per il 2026, porterà il servizio e il design del brand nella destinazione turistica svizzera. Una volta aperto, l’hotel sarà il secondo Ritz-Carlton in Svizzera, affiancando The Ritz-Carlton Hotel de la Paix, Ginevra.

"Siamo entusiasti di annunciare questo traguardo in collaborazione con Mario Julen, che ha idee fantastiche per il progetto – spiega Satya Anand, presidente di Marriott International Europa, Medio Oriente e Africa -. Zermatt è sinonimo di sci, alpinismo e paesaggi. Simbolo del lusso moderno, questo progetto e questa destinazione arricchiranno il portfolio delle proprietà iconiche sotto il marchio Ritz-Carlton in tutto il mondo, offrendo agli ospiti l'opportunità di ammirare le cime di Zermatt innevate tutto l'anno, le piste da sci conosciute a livello mondiale e il monte Cervino. La firma di questo accordo riflette l’incremento della domanda nei confronti dei nostri brand di lusso in Europa, Medio Oriente e Africa".

The Ritz-Carlton, Zermatt, sarà progettato dallo studio parigino AW² guidato dagli architetti Reda Amalou e Stéphanie Ledoux: il design architettonico e degli interni presenterà le caratteristiche del classico chalet di montagna rivisitate in chiave luxury, offrendo una vista sul Cervino. Il progetto prevede due ristoranti e due bar, una terrazza esterna per pranzi all'aperto e una sala da pranzo privata. Gli ospiti avranno accesso privilegiato alle piste da sci e ad un centro benessere con palestra e piscine interne ed esterne. Il resort ospiterà anche sale per riunioni ed eventi.

Tags: ,

Related Article