Un settore che – dopo aver dato prova di resilienza nel momento peggiore della pandemia – ora vuole trovare compiutezza nell’inquadramento normativo e nella creazione di nuovi modelli di professionalità, attraverso una formazione niente affatto di facciata. È questo il settore della ricettività in appartamento, che è stato oggetto del webinar eMARTEDIturismo di Guida Viaggi “Affitti brevi: ripartenza e ruolo dei property manager”, che ha visto il segretario generale di Rescasa Lombardia, Massimo Costa, esordire spiegando che “il nostro non è un settore ancillare dell’ospitalità, dal momento che qui a Milano, con l’Expo del 2015, ha operato il sorpasso sull’alberghiero”.

Quanto alle linee di azione, Costa ha spiegato che “le priorità ad oggi sono due: la prima è il contratto-tipo – tra guest e host e tra proprietario e property manager – per regolare i rapporti tra le parti in ogni aspetto, compresa la consulenza sugli arredi e la promozione dell’immobile sul mercato online, fattispecie che siamo riusciti a condensare in 19 articoli. L’altro focus è sul primo corso di formazione accreditato che sarà dedicato specificamente alla figura professionale del gestore di affitti brevi. Il corso, da 84 ore, oltre a trattare di normative e gestione ha anche moduli formativi più prettamente turistici e sulla gestione dei guest”.

“Formazione e informazione sono importanti, ma non vanno confuse – ha aggiunto Giuseppe Campisciano, vicepresidente Fimaa Milano Lodi Monza e Brianza, che del corso sarà docente -. Come Fimaa abbiamo portato a 220 le ore necessarie ad accedere alla professione, ma ancora non basta. Nelle varie regioni italiane per diventare agenti immobiliari ci sono troppe regole diverse, che vanno rese omogenee”.

I “casi” Piemonte e Trentino

Davide Nicolotti, consigliere Piemonte Rescasa nazionale, ha spiegato che “i numeri nella nostra regione sono ancora piccoli, rispetto ad altre realtà, e con differenze evidenti tra i vari territori interni: in questi mesi hanno tenuto meglio i distretti come quello delle Langhe, o dell’alessandrino, o dei laghi, rispetto a Torino, che ha subito un calo del 44%. Gli annunci per vacanze in appartamento erano 3.200 a febbraio 2020, ora si sono ridotti notevolmente: mancano anche player che vedano il lavoro di property management da un punto di vista imprenditoriale, e non come eventuale secondo lavoro. Emerge però il trend delle ‘città medie’, accanto a quelle di mare, quelle d’arte e quelle rurali. E in questo Torino può dire la sua: ma la città deve trovare un’identità che ha smarrito dopo i fasti delle Olimpiadi”.

“Qui in Trentino – ha invece rimarcato Giovanni Bort, presidente Rescasa Trentino e di Camera di Commercio Trentino – abbiamo invece visto un cambio di passo: gli alberghi sono calati da 2.000 a 1.500, mentre l’extra alberghiero è cresciuto moltissimo, anche grazie alle piattaforme digitali. C’è già tanta professionalità, e non rileviamo cali per il segmento residence, anche grazie alle richieste del turismo domestico. Se la stagione invernale non è neanche iniziata, il booking per l’estate promette bene, meglio dell’anno scorso, ma il sottodata la fa da padrone. Sono convinto che alberghiero ed extra-alberghiero abbiano clientele diverse, che si sovrappongono raramente, come la scorsa estate. Ma possono coesistere”.

I trend

Quanto al punto di vista dei mercati esteri per il prossimo futuro, Carlo Zanolla, direttore commerciale Mamberto, ha fatto rilevare che “la richiesta principale che ci arriva dai nostri partner sui mercati di riferimento – Nord Europa, Germania, Russia, Francia e un po’ di Nord America – è la flessibilità, la possibilità di cancellare le prenotazioni sotto data. Un elemento storicamente più pesante nell’extra-alberghiero. E poi la sicurezza. Noi crediamo da sempre nelle soluzioni extra-alberghiere, fino all’anno scorso avevamo 500 appartamenti, per il 2021 non abbiamo voluto prendere un rischio del genere ma abbiamo mantenuto il segmento puntando su strutture più piccole”. Sul fare cultura per il comparto, è esemplare il caso di Home at Hotel, con il direttore commerciale Ivano Semeraro che ha spiegato come “con la nostra iniziativa di stanziare 100.000 euro per i proprietari, per aiutarli a far tornare i loro appartamenti una opportunità di reddito, abbiamo riscosso un grande successo, tanto che abbiamo rinnovato l’iniziativa. E’ necessario guardare avanti, e comprendere che l’affitto breve non è una formula meno sicura dell’affitto ordinario: ce ne accorgeremo con i volumi di insolvenza che vedremo non appena sarà di nuovo possibile licenziare, purtroppo”.

Hotel e appartamenti: quasi amici

“Un marziano che vent’anni fa fosse venuto in vacanza in Italia – ha esemplificato Raffaele Paletti, presidente Rescasa nazionale – avrebbe potuto soggiornare solo in hotel o residence. Oggi troverebbe ogni tipo di offerta su Booking, in primis extra-alberghiera ed in appartamento. Io resto convinto che siano tutti mercati diversi, con clientele diverse, anche perché gli albergatori si sono un po’ fermati. Faccio un esempio: fino a poco tempo fa, una famiglia faceva fatica a trovare la ricettività giusta per lei a Milano. Ora ci sono le case, perfette per il target. Il mio augurio per il 2021 è quello di essere più pronti, più formati e di tornare a fare il nostro lavoro, che è quello di ascoltare i clienti senza guardare soltanto ai numeri”. E poi c’è il punto di vista alberghiero: Leonardo Groppelli, a.d. di Extro Hotels, ha spiegato che “Venezia ha visto scomparire i flussi turistici. Milano è sotto del 70-80%. Che strategie mettere in campo? L’attesa, non avendo domanda non possiamo stimolarla più di tanto. La ripresa è ancora di là da venire, ma abbiamo approfittato di questo periodo di fermo per formare il nostro personale e per gli opportuni ammodernamenti. I due modelli – alberghiero ed extra-alberghiero – convivono già, e continueranno a farlo: perché soddisfano esigenze diverse. Dico di più: è un bene che ci sia un’offerta di appartamenti, perché senza di essi, in città come Venezia, avremmo certamente perso dei flussi turistici”.

 

Tags: , , , , ,

Related Article