Tra i clienti che viaggiano, la pandemia ha aumentato in modo massiccio il desiderio di assistenza e di servizi. E’ emerso di recente nel corso di un evento dedicato al futuro dell’industria alberghiera di lusso, dove gli esperti di settore hanno convenuto che l’hospitality dovrà reagire, e in fretta.

L’ansia è un cambiamento di gioco“, ha detto il terapista dell’ansia Jeffrey McCutchan. Dopo l’esperienza sconvolgente del coronavirus, i clienti hanno cercato luoghi dove sentirsi curati. Anche la sicurezza sanitaria è diventata più importante e la gente evita i posti troppo affollati. Tutto ciò indica che le destinazioni di lusso possono avere un futuro sicuro.

Fabian Eberle dello Chalet Zermatt Peak AG ha sottolineato che in linea di principio la sua azienda non ha problemi di sicurezza sanitaria. Tuttavia, “prendersi cura individualmente dei clienti premium è diventato più difficile nel corso del 2020”. Anche se la maggior parte degli ospiti arrivava in jet privato o in elicottero, gran parte del lavoro dei servizi alberghieri ha riguardato la gestione dell’organizzazione. “Questo tipo di viaggio caratterizzato da una bolla confortevole e sicura è un buon modo per proteggersi dal virus – ha commentato Jenny Southan, fondatrice dell’istituto di ricerca britannico Globetrender -. Uno stile di viaggio fattibile per i super-ricchi, ma non per le grandi masse. Tuttavia, una volta messe in campo le vaccinazioni, il problema sicurezza potrebbe rientrare, anche se le tendenze future nell’architettura alberghiera enfatizzano le unità più piccole”.

Il desiderio di sicurezza individuale risulta in netto contrasto con il bisogno di stare in mezzo alla gente, e l’industria dovrà trovare una via di mezzo tra l’overtourism di ieri e l’attuale mancanza forzata di visitatori. Tutto sommato, la pandemia ha reso il viaggio più complicato sia per i clienti che per i fornitori. Eberle ha dichiarato infine che questo cambiamento “colpirà i grandi hotel focalizzati su un mercato di volume. Faranno più fatica di altri”.

Laura Dominici

Tags: ,

Related Article

No Related Article