Tutto parte 25 anni fa, come operatore regionale pugliese, S. Domenico ora è diventato un tempio dell’ospitalità, un concept da esportare. Gli interessi di SD Hotels sono ampi e guardano a diverse potenzialità, una di queste è la montagna, che vedrà l’arrivo di un hotel a Cortina per la prossima estate, oltre ad altre aperture in cantiere, come annunciato da Aldo Melpignano, managing director SD Hotels, intervenuto alla seconda tappa di #Recovery.

Il tutto è accompagnato dalla voglia di “esportare il nostro modello. La montagna ci interessa – conferma il manager -, l’abbiamo sempre guardata, Cortina in particolare, a cui sono molto legato. Nel nostro sviluppo partiamo dal leisure, ma non ci spaventano le città”, afferma. Adesso c’è Cortina con una struttura di 24 camere, ma intanto si guarda anche ad un altro paio di progetti.

“Guardiamo a realtà affermate e ci proponiamo come alternativa alle catene internazionali con il nostro concept e per esportare il Made in Italy, ma guardiamo anche a mete meno note sia per l’Italia sia per l’estero”. Si inserisce in quest’ottica l’operazione su Maratea dove è stato preso un albergo storico. L’intento è “portare turismo internazionale, riposizionare la destinazione verso l’alto ed attrarre gruppi internazionali”.

Stefania Vicini

Tags: ,

Related Article