UniCredit ha realizzato la prima operazione a sostegno del settore turistico alberghiero collegato al Decreto Liquidità con durata ventennale. Si tratta di un finanziamento da 1,2 milioni di euro a 20 anni di cui 3 di preammortamento, assistito dal Fondo di garanzia per le Pmi, gestito da Mediocredito Centrale, finalizzato a sostenere le necessità finanziarie legate ad un’iniziativa di acquisto e ristrutturazione alberghiera in Umbria.

I dati del settore

Quella appena finalizzata è la prima di una serie di operazioni dalle medesime caratteristiche avviate da UniCredit per le aziende del settore turistico alberghiero in Italia. Questa tipologia di operazione punta a sostenere la ripresa delle dinamiche del settore turismo che ha fortemente risentito delle conseguenze determinate dal Covid-19. Tra il 2019 e il 2020, secondo il rapporto annuale sull’impatto economico (Eir) del World Travel & Tourism Council, in Italia il giro di affari del comparto ha registrato un calo del 51%, passando da 236 miliardi di euro a 116 miliardi di euro; portando l’incidenza del comparto sul Pil nazionale al 7% nel 2020 rispetto al 13,1% del 2019.

Gli investimenti nel mondo alberghiero

“La drammatica crisi che ha colpito il settore turistico in questi lunghi mesi di pandemia, rischia di impattare negativamente sugli investimenti nel mondo alberghiero – avverte Maria Carmela Colaiacovo, presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi -.  Un rallentamento che, in un mercato globale come quello turistico, rischia di far perdere competitività alle imprese ed al Paese. Per questo la risposta di UniCredit con uno strumento a vent’anni, è particolarmente importante poiché risponde in modo efficace e mirato alle esigenze del comparto”.

Dal canto suo Andrea Burchi, regional manager Centro Nord UniCredit, sottolinea che: “Sfruttando leve del decreto liquidità siamo riusciti ad assicurare ai nostri clienti la possibilità di accedere ad un finanziamento a condizioni agevolate. Una soluzione in grado di soddisfare le esigenze dell’azienda sia in termini di liquidità che, in particolare, di durata del piano di rimborso particolarmente vantaggiosa. Questa operazione conferma l’impegno del nostro gruppo nel supportare le imprese del territorio e, in particolare, nel sostenere la ripresa del settore turistico fortemente impattato dalle conseguenze della pandemia – fa presente il manager -. Più che mai nella complessa fase che stiamo vivendo, siamo determinati a garantire con tempestività il nostro sostegno al tessuto imprenditoriale del Paese, vero motore della ripartenza. Questo è il nostro modo di essere parte della soluzione”.

Tags: , ,

Related Article