Con gran parte della popolazione mondiale che non ha potuto viaggiare negli ultimi 18 mesi, i brand del segmento viaggi e ospitalità hanno cercato modi per rimanere in contatto con i clienti.

Per Marriott, molto ha fatto il nuovo programma di fidelizzazione Bonvoy, che il ceo Tony Capuano ha descritto sul palco di Ihif 2021 come “il nostro 31° marchio“. “Penso che tocchi quasi tutto ciò che facciamo perché crea una connettività forte e convincente con i nostri clienti in ogni Paese”, ha detto al pubblico.

Negli ultimi anni Marriott ha investito tempo e denaro per migliorare la proposta loyalty, senza tralasciare le opportunità di business legate al suo prodotto principale.

“Anche prima della pandemia, abbiamo speso molta energia e molte risorse per identificare ciò che chiamiamo ‘business adjacencies’, che pensavamo fossero complementari al nostro core business e che avevano il potenziale per svilupparsi in nuovi flussi di entrate”, ha detto Capuano. Ciò include settori come carte di credito e residenze e a breve la linea di yacht di lusso.

“Anche i nostri ospiti più fedeli in alcuni casi non hanno viaggiato affatto per l’ultimo anno-anno e mezzo. La capacità di rimanere in contatto con loro con il programma di carte di credito attraverso la nostra partnership con Uber e con gli altri meccanismi che abbiamo, penso sia necessaria per costruire quel rapporto personale con i nostri ospiti che è fondamentale”, ha aggiunto il ceo.

Tags: ,

Related Article