Prende il via domani 196+ forum Milan, l’evento organizzato da PKF hotelexperts, di cui AboutHotel è media partner, dedicato al mondo del real estate. Un momento di riflessione supportato dai dati emersi dall’Italian Real Estate Hotel Value, il primo report che stima il valore del patrimonio immobiliare alberghiero italiano.

I valori del patrimonio alberghiero

I risultati della ricerca condotta da World Capital e PKF hotelexperts mostrano che il patrimonio immobiliare alberghiero italiano vale oltre 100 miliardi di euro (più elevato in Europa ). Lo studio, con il patrocinio di Associazione Italiana Confindustria Alberghi, RICS e Confindustria Assoimmobiliare ha stimato il valore dei cluster mare, montagna e città analizzando 266 località turistiche sul territorio nazionale con oltre 20.000 hotel di categoria 3, 4 e 5 stelle e oltre 1 milione di camere. Lo studio, un continuo work in progress, si arricchisce non solo di dati e di preziose partnership istituzionali, ma anche della possibilità di creare estrapolazioni ed elaborati ad hoc su richiesta, con l’obiettivo di accogliere le singole esigenze con focus su aree territoriali e destinazioni specifiche.

L’attrazione delle Big Four

“Domani – commenta Giorgio Bianchi, managing director head of Italy di PKF hotelexperts e organizzatore dell’evento – illustreremo l’esempio di Milano in un focus ad hoc. Emerge chiaramente che le quattro città d’arte (Milano, Roma, Firenze e Venezia) contribuiscono al totale delle transazioni immobiliari in misura maggiore rispetto alle altre città di interesse turistico. Il 34,4% si concentra a Roma. Segue Milano con il 18,5%, Venezia con il 16% e Firenze con il 9%”.

I dati del primo semestre

Il 78% dei deal nel primo semestre sono avvenuti nelle 4 top city italiane (Roma, Venezia, Milano e Firenze). “Venezia è stata la protagonista – sottolinea Bianchi – con quasi il 50% del volume delle acquisizioni nei primi sei mesi di quest’anno. Per quanto riguarda i prezzi dei 5 stelle lusso, sono rimasti invariati rispetto alla fase pre-Covid, perché gli investitori hanno apprezzato il fatto che gli hotel fossero in vendita. Più del 50% dei deal ha riguardato gli hotel 5 stelle, mentre sono state poche le  transazioni per la fascia dei 3 stelle e 4 stelle, i cui prezzi sono scesi tra il 6% e il 20% rispetto al 2019 ( base case stimato a fine 2020)”.

I trend

Secondo Bianchi i segnali di rallentamento sono meno evidenti per le destinazioni luxury & leisure e in particolare per i trophy asset, i lifestyle hotel, i resort e per le nuove formule ibride ed innovative. “L’interesse degli investitori, soprattutto quelli internazionali, rimane sempre concentrato sulle Big 4”, prosegue il manager . Nel corso dell’evento 196+ forum Milan sarà presentato anche un marketplace con una ventina di progetti, che verranno illustrati insieme ai partner di PKF. Tra le tematiche che verranno esplorate nel corso della mezza giornata di lavori, oltre agli investimenti e ai nuovi progetti, i trend nel settore del design e verrà dato ampio spazio ad attività di networking.

Laura Dominici

Tags: ,

Related Article