Alla quinta edizione di Discover Italy, il workshop b2b by Guida Viaggi che fa incontrare operatori italiani e buyer internazionali, in programma il 15 settembre nell’ex Convento dell’Annunziata di Sestri Levante, ci sarà Martello Boutique Hotels.

Gv: Quali novità presenterete a Discover Italy?
“Martello Boutique Hotels opera nel settore alberghiero da oltre 30 anni con strutture di proprietà in Sicilia e Lampedusa. Gli hotel sono indicati sia per il segmento leisure sia business. In particolare l’Hotel Principe di Lampedusa, 4 stelle di nuova apertura che nasce dal recupero di una costruzione in stile new Liberty in piazza Cassa di Risparmio a Palermo risalente ai primi del ‘900. Un attento recupero durato tre anni che ha riqualificato e riportato l’edificio agli antichi splendori, ricavandone un hotel boutique con servizi di lusso. La posizione è sicuramente invidiabile: sito nel cuore del centro storico di Palermo, Il Principe di Lampedusa Boutique Hotel è situato all’interno del percorso Arabo-normanno. A pochi metri da corso Vittorio Emanuele e via Roma. Nelle vicinanze, a pochi minuti a piedi, oltre cinquanta siti di interesse storico. Il design raffinato delle camere e i più moderni comfort soddisfano le esigenze di una clientela internazionale, alla ricerca di un servizio attento e impeccabile. Un ambiente moderno e accogliente rivela fin dal primo impatto una delle principali caratteristiche dell’hotel, ossia il voler essere a dimensione d’uomo, puntando sulla qualità dell’ambiente e del servizio, per far sentire l’ospite seguito e coccolato dall’arrivo fino alla sua partenza.
La Sicilia offre angoli di paradiso e Martello Boutique Hotels ha scelto una perla davvero incantevole: l’isola di Lampedusa dove è presente con l’Hotel Martello e l’Oasis Resort, due strutture 3 stelle, ma con comfort di categoria superiore. Sia l’Hotel Martello sia l’Oasis Resort rispondono alle esigenze delle diverse tipologie di clientela: sono il buon ritiro indicato per soggiorni rilassanti sull’isola da trascorrere in piena libertà e a contatto con la natura”.

Gv: Che cosa vi aspettate dalla partecipazione a questo workshop?
Potenziare i contatti con il mercato italiano e straniero, con l’auspicio di creare nuove sinergie e collaborazioni”.

Gv: Quali le strategie che avete identificato per il mercato straniero? E per quello italiano?
“Oggi il mercato, sia esso straniero che italiano, guarda all’offerta che punta su elementi specifici come la sicurezza sanitaria e la flessibilità oltre all’affidabilità dell’azienda. Sono tre plus che caratterizzano il prodotto con il marchio Martello Boutique Hotels, elementi base dell’offerta insieme alla nostra specializzazione sui territori di riferimento, quali sono Palermo e Lampedusa”.


Gv: Quali progetti sul fronte dei mercati da conquistare o dei nuovi cluster?
“Per quanto riguarda Palermo e la Sicilia, auspichiamo soprattutto la crescita di una rete di collegamenti internazionali che possa offrire nuove opportunità al sistema ricettivo e la possibilità di promuoversi all’estero con la sicurezza che il turista possa effettivamente arrivare fino a casa nostra. Per quanto riguarda Lampedusa, si tratta di un’isola che vive soprattutto di turismo di prossimità e quindi italiano. Quest’anno abbiamo avuto un potenziamento dei voli di linea con l’apertura di nuove rotte anche dal sud Italia ed il riscontro è stato positivo. Auspichiamo che le compagnie aeree, d’intesa con gli attori del sistema turistico regionale, possano confermare questa operatività anche nelle prossime stagioni”.

Gv: Estate e mesi di spalla: compatibilmente con il perdurare dell’incertezza, può darci un’idea dell’andamento?
“Anche in questo caso, i destini dell’estate e della bassa stagione sono legati al perdurare dei collegamenti con la nostra regione. Dalla riapertura di fine primavera assistiamo ad una graduale ripresa, anche se i numeri sono lontani da quelli degli anni scorsi. Le incertezze che ci circondano ci spingono ad auspicare almeno un mantenimento del trend attuale in Sicilia mentre per Lampedusa il proseguimento della stagione è legato al mantenimento dei collegamenti aerei, normalmente previsto fino a ottobre, da parte dei vettori. L’isola è accogliente e vivibile fino ad autunno inoltrato e questo suo fascino di fine estate la rende godibile per tanti turisti che rinunciano alle ferie estive”.

Gv: Quali sono le prospettive per il 2022?
“Auspicando un ritorno quanto più possibile alla normalità, la prospettiva al momento è quella di confermare i programmi del 2021”.

Paola Olivari

Tags: , ,

Related Article